Curiosità,  Veneto,  Venezia

7 curiosità che devi sapere se vuoi visitare Portogruaro

Caratterizzata dai corsi d’acqua, un campanile stortissimo e dai suoi splendidi palazzi gotici, Portogruaro è una graziosa e antica cittadina in provincia di Venezia, un tempo porto fluviale per i commerci della vicina Gruaro, che nasconde diverse curiosità. Le abbiamo raccolte in questo articolo.

1 – Le origini di Portogruaro

Una leggenda narra che Portogruaro fu costruita con le pietre ricavate dalla vicina Concordia Sagittaria, rasa al suolo nel V secolo da Attila, capo degli Unni.

2 – Il terzo campanile più pendente d’Italia

Wikipedia dice che Portogruaro ha il terzo campanile più pendente d’Italia. Non sappiamo se sia veramente così, ma siamo certi del fatto che sia stortissimo. La sua parte più antica risale al XII secolo e, a causa dei suoi 42 cm di pendenza, dal 2011 le campane non suonano più, le hanno volutamente fermate e sostituite con degli altoparlanti.

Portogruaro
Portogruaro

3 – Un Palazzo Municipale antichissimo

La sede del municipio si trova in un particolare palazzo gotico risalente al 1265, caratterizzato dalla sua facciata con la merlatura ghibellina. Per molto tempo fu sede delle carceri. 

4 – Due gru come simbolo di Portogruaro

Il simbolo della città sono due gru, si possono vedere sugli stemmi posizionati qua e là per il paese ma anche sul Pozzo delle Gru, nella Piazza della Repubblica.

Potrebbe interessarti Una Venezia unica nella sua unicità

Portogruaro
I Mulini di Sant'Andrea

5 – I Mulini di Sant’Andrea

I mulini sul fiume Lemene sono antichissimi e probabilmente risalgono al XII secolo. Un tempo importantissimi per il sostentamento della città, per secoli sono appartenuti ai vescovi e poi ai privati, ora ospitano mostre temporanee ed eventi.

6 – L’Oratorio della Pescheria

Sotto la loggia, vicino ai Mulini di Sant’Andrea si trova il piccolo e grazioso Oratorio della Madonna della Pescheria, una seicentesca cappellina in legno, luogo di devozione dei pescatori del fiume Lemene.

7 – Il Ponte di Sant’Andrea

Alla fine della Prima Guerra Mondiale gli austriaci fecero saltare in aria tutti i ponti del paese tranne quello di Sant’Andrea dietro al duomo, il più antico, graziato dal tenente Julius Raab (il quale successivamente ricoprì anche la carica di Cancelliere dal 1953 al 1961) che si fece convincere dagli abitanti a non distruggerlo. Oggi c’è una targa in suo onore per questo gesto.

 

Conoscevi già Portogruaro e queste curiosità? Ne hai altre da aggiungere? Scrivile nei commenti qui sotto 🙂

 

Potrebbe interessarti Venezia | Visitare Murano e Burano

Se ti è piaciuto questo tipo di articolo e lo hai trovato interessante, metti mi piace e condividilo con i tuoi amici taggandoci, in questo modo capiremo il tuo apprezzamento e continueremo a scriverne altri di simili. 

Grazie per il supporto! 🙂

Seguici sui social

Condividi questo articolo:

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.